Nel secondo fine settimana di giugno, che da tradizione ospita la prova di Endurance più famosa del globo si è tenuta la prima edizione virtuale della 24 Ore di Le Mans.  La gara reale è stata posticipata al 19 e 20 settembre 2020 causa coronavirus.

Alla Virtual Race hanno partecipato 50 vetture, tra prototipi Lmp e ruote coperte Gte, e 200 piloti in totale. Ogni equipaggio ha incluso professionisti del sim racing e pro’ delle vere corse.

Dopo 371 giri l'italiano Raffaele Marciello sulla Rebellion Williams Esport numero 1 si è imposto nella classe Lmp della gara Endurance.

 

Le Ferrari 488 hanno ottenuto dei buoni risultati, Federico Leo, 7° al traguardo con il numero 71, è stato protagonista di una bella rimonta nel finale della categoria Gte.

Chiude ottava la Ferrari numero 54 di Tony Mella, pro' dei simulatori, compagno di team di Giancarlo Fisichella e Felipe Massa e quindicesima la Ferrari numero 51.

La Ferrari numero 52 (18° posto) paga un problema di connessione, nel turno di guida di Antonio Giovinazzi (dove ha perso 9 posizioni), ed è stata condotta nell’ultimo stint dal pilota della Scuderia Ferrari di Formula 1, Charles Leclerc, autore di un incidente a poche tornate dalla fine. 

 

Tra gli altri “big”, nei prototipi, si è ritirata la coppia Max Verstappen / Lando Norris che dopo un ottimo avvio di gara ha pagato alcuni incidenti e guai tecnici, perdendo decine di giri e quindi optando per l'abbandono; 5° il prototipo di Pierre Gasly; 17° Fernando Alonso.

 

Godetevi gli highlights della gara!

 

Fonte: www.gazzetta.it | ESport